Tre gite con partenza ad Abbiategrasso

Con la primavera che si avvicina, iniziano i primi weekend in cui si può approfittare del sole tiepido per fare qualche gita, a piedi o in bicicletta. Per chi vuole fuggire dalla città nel fine settimana, senza il caldo cocente dell’estate, marzo e aprile possono essere i mesi migliori per godersi una pedalata o una camminata.
Ecco, quindi, tre percorsi che partono da Abbiategrasso e raggiungono borghi o cittadine nei dintorni:

Anello Casterno - Delizia

Si tratta di un percorso di 3,6 chilometri, di media difficoltà, perfetto per una camminata. Si svolge principalmente sullo sterrato e, a un certo punto, è necessario guadare il canale Delizia; lacqua non è particolarmente alta, ma il fondo è limaccioso e scivoloso, per cui è importante avere l’attrezzatura necessaria (stilavi o scarponi).

Il percorso si snoda nel parco del Ticino e inizia in località Bizarat, a fianco del canale Delizia. Mantenendo la sinistra la strada, che attraversa il bosco e costeggia il canale, riconduce al punto di partenza.

Anello dell’abbazia o sentiero delle cinque chiese

Questo percorso è lungo 17 chilometri, parte da Abbiategrasso e si snoda all’interno del Parco del Ticino. Le strade sono in parte asfaltate, in parte sterrate e sono percorribili sia a piedi sia in bicicletta con un livello di preparazione media. Il punto di partenza è piazza Castello, dalla quale si imbocca via XX settembre, si prosegue fino al cimitero monumentale e da qui si intraprende via Papa Giovanni XIII. Da questo punto la strada si stringe leggermente ed entra in un paesaggio agricolo, popolato di campi e cascine. Su questo percorso, che attraversa la valle del Ticino, si incontrano diversi luoghi di interesse:

  • L’Abbazia di Santa Maria di Morimondo, costruita dai monaci cistercensi, in stile ibrido fra gotico e romanico, al bordo di una terrazza, una posiziona strategica per essere punto di riferimento per i pellegrini;
  • La chiesa di S. Giorgio a Fallavecchia;
  • Santa Maria Nascente di Coronate;
  • San Cristoforo di Basiano;
  • Le due chiese di Abbiategrasso, San Bernardino da Siena e la Basilica di Santa Maria Nuova.

 

Percorso da Abbiategrasso a Pavia

Anche questo percorso si snoda per circa 70 chilometri nella valle del Ticino, parallelamente al Naviglio di Bereguardo. È una strada perlopiù asfaltata, adatta a chiunque sia in grado di passare diverse ore in bicicletta. A piedi il percorso è molto lungo, ma è possibile compierne anche solamente un piccolo tratto.

La partenza è in piazza Castello ad Abbiategrasso (vicino alla stazione) e l’arrivo è a Pavia, nella zona dell’Università. Nel tragitto ci si imbatte in diversi luoghi che vale la pena visitare:

  • Bereguardo;
  • La chiesetta Carolingia di Massaua, dedicata a Santa Sofia e legata al mito della fondazione della città di Pavia;
  • L’università di Pavia, con i suoi cortili e i suoi edifici storici;
  • Il centro città di Pavia;
  • Il collegio Borromeo;
  • I giardini con area picnic, perfetti per una pausa all’aria aperta.

Per rientrare ad Abbiategrasso è possibile, poi, prendere il treno dalla stazione di Pavia o in alternativa ripercorrere la stessa strada in direzione inversa.

 

Prima di avventurarsi a piedi su percorsi sterrati e sconnessi, soprattutto se si intende farlo con una certa frequenza, sarebbe bene svolgere un test baropodometrico per controllare che l’appoggio del piede sia corretto ed evitare possibili traumi. Infatti, in particolar modo quando si cammina su terreni sconnessi, tipici della montagna e dei boschi, l’appoggio corretto del piede è più importante che mai. Anche accompagnare le escursioni con i giusti indumenti è fondamentale per rendere queste gite un piacere e un evento benefico per il nostro corpo, anziché un rischio di danni alla salute: scarpe comode o scarponi da montagna, eventualmente plantari, zaini ergonomici, bacchette da montagna e altri ausili alla camminata.