Tu sei qui

SCIARE E MANGIARE IN COMPAGNIA: IL BINOMIO DALLA DOPPIA FACCIA!

SCIARE E MANGIARE IN COMPAGNIA
05 Aprile 2018

SCIARE E MANGIARE IN COMPAGNIA: IL BINOMIO DALLA DOPPIA FACCIA!

Date le temperature e le intense nevicate presenti in tutto il Nord Italia e non solo,

organizzare un bel weekend in montagna all’insegna del divertimento e del relax in compagnia di amici o parenti è l’ideale!

 

Sciare, camminare sulla neve, pattinare sul ghiaccio.. tutte ottime occasioni per risvegliare il nostro organismo dal letargo

invernale e per fare attività fisica all’insegna del divertimento e della passione.

Vale la pena sfruttarle abbinandoci sempre una corretta alimentazione!

 

Pensate che in un’ora di sci si possono bruciare fino a 700kcal!!

Molto spesso però tutte le calorie bruciate con una bella sciata vengono largamente riprese per colpa di aperitivi alcolici

(i classici “bombardini”), colazioni a buffet ( = mangiare come se non ci fosse un domani) e pranzi non proprio “light”

(il classico brasato con la polenta a bordo pista). Il tutto consumato con leggerezza e non curanza tra chiacchiere e risate

con le persone a noi più care.

 

In queste occasioni infatti l’attenzione a quello che abbiamo nel piatto e a quanto stiamo mangiando viene

spesso erroneamente trascurata. Vediamo quindi quali sono le scelte alimentare più adatte per questo tipo di

giornate e weekend e ricordate sempre che in tutte le occasioni è possibile seguire uno stile di vita sano e bilanciato, basta volerlo!! ;)

 

- Colazione di qualità e non di quantità.

Molto spesso le tentazioni nei buffet negli hotel in montagna sono numerose e la possibilità di prendere quello che si vuole si trasforma in prendere tutto a dismisura. Non dev’essere così: la libertà di scegliere dev’essere un vantaggio per la nostra salute, non uno svantaggio.
Per prepararci ad una bella giornata sugli sci abbiamo bisogno di energia, vitamine e sali minerali. Optiamo quindi per una colazione a base di yogurt, cereali (frumento, avena, riso soffiato, miglio, crusca), frutta fresca e frutta secca oppure, se preferiamo la colazione salata, puntiamo a due fette di pane integrale o di segale con ricotta e speck sgrassato. Abbiniamoci sempre una buona spremuta d’arancia, ottima fonte di vitamina C e sali minerali.

- Pranzo: occhio alla digestione!

Lo so, la polenta con il brasato è molto invitante così come lo è l’hot dog con le patatine fritte. Ma pensiamo anche al “dopo pranzo”. Il nostro organismo per digerire pasti complessi e ricchi di grassi ha bisogno di molte ore e ogni attività del nostro apparato digerente richiede energia, energia che viene “rubata” ai muscoli. Con un pasto eccessivamente abbondante pertanto anziché avere più energia, otterremo l’effetto opposto. Ci stancheremo prima e ci sentiremo più fiacchi e appesantiti. Optiamo quindi per la semplicità: un bel piatto di pasta al pomodoro accompagnato da un secondo a base di carne bianca (petto di pollo o di tacchino) piuttosto che un panino allo speck o al prosciutto crudo abbinati sempre a verdura condita con olio EVO.

- Ricordati di bere.. non solo all’aperitivo post-sciata!

Un’altra cosa fondamentale è idratare il nostro organismo. Molto spesso sulle piste ci si dimentica di bere e se ne sente meno l’esigenza a causa delle basse temperature. Ricordate però che bere è importante anche per recuperare tutti i sali minerali persi con la sudorazione (si suda anche con il freddo) e per ripristinare l’equilibrio idrico-salino del nostro corpo. Portatevi sempre con voi una bottiglietta d’acqua e cercate di terminarla prima di sera. E in quanto all’aperitivo, il Vin- Brulè risulta essere la scelta alcolica “migliore” tra tutte quelle presenti.. anche qui occhio alla quantità (un conto è berne un bicchiere, un conto è berne 5 e non solo per la linea ;))

Detto questo, avete preparato gli sci?!

Dott.ssa Jessica Monti, Biologa Nutrizionista.

Copyright 2015 OrthoCare Solution S.r.l. | P.IVA 09114030969 | All Rights Reserved